Progetto

Fuoriclasse Tradate | Dis – PLAY

ente promotore: Cooperativa sociale l'Arca

Info ente promotore:

Cooperativa sociale L’Arca opera dal 2007 nell’ambito del Tradatese, come luogo di accoglienza e di condivisione del bisogno, in un clima di rispetto dell’individuo e della sua libertà e di valorizzazione della sua autonomia e responsabilità. L’Arca gestisce attualmente un Centro Diurno Disabili ed un Centro Socio – Educativo per bambini e ragazzi dai 6 anni di età, oltre a numerosi progetti e servizi socio-educativi e riabilitativi, rivolti alla persona con disabilità e non. Promuove inoltre sul territorio un’offerta educativa, in ambito scolastico, extrascolastico e di avvicinamento allo sport, caratterizzata da una forte attenzione all’integrazione. Si avvale di metodologie e strumenti innovativi, come la stanza Snoezelen per la stimolazione multisensoriale e la Comunicazione Aumentativa Alternativa, in una logica che mette al centro del proprio lavoro la qualità di vita come diritto per tutti.

Progetto:

PROGETTO

Dis-PLAY è un progetto di avvicinamento all’attività calcistica e motoria inclusiva.

Attraverso la sinergia movimento/sport e tecnologia, saranno sviluppate nuove potenzialità, consapevoli che la frenesia del digitale va governata, non subìta, oggi più che mai. Sarà l’occasione anche per favorire l’utilizzo di strumenti nuovi e innovativi all’interno della nostra realtà associativa.

Dis-PLAY è realizzato in collaborazione con ASD Nuova Abbiate e Associazione Edera amici della coop. L’Arca.

Dis-PLAY è realizzato grazie ai contributi economici di Regione Lombardia e Fondo di Beneficenza Intesa San Paolo.

Con il patrocinio di: Comune di Tradate.

OBIETTIVI

Verrà avviato un “laboratorio sportivo” settimanale finalizzato a:

  • attivare progetti personalizzati con ciascun minore beneficiario e una presa in carico anche della famiglia
  • favorire occasioni di confronto con e tra le famiglie per incrementare il loro livello di resilienza e collaborazione;
  • favorire maggiore autonomia dei minori nei processi cognitivi e comportamentali attraverso l’attività motoria;
  • rielaborazione dei contenuti appresi e traduzione dal piano pratico al piano cognitivo / emotivo attraverso lavoro in remoto con l’utilizzo di nuove tecnologie (strumenti digitali, realtà aumentata, droni, applicazioni multimediali)L’obiettivo è quello di accompagnare minori e famiglie nella traduzione degli aspetti ludici del campo sul piano dell’impegno, della costanza e della capacità di rimanere concentrati nel compito, gestendone il relativo stress.

Photo gallery

Area di intervento

Video

Rassegna mediatica

Altre aree di intervento territoriale